• Lunedì-Domenica 8:30-19:00
    Martedì chiuso

Collezione Terrae Motus - Reggia di Caserta

Collezione Terrae Motus

Il Palazzo Reale di Caserta ospita dal 1994 la Collezione Terrae Motus, ideata dal gallerista napoletano Lucio Amelio (1931-1994), a seguito del terremoto del 23 novembre 1980, che devastò Campania e Basilicata, provocando 3mila morti e 8mila feriti.

Amelio organizzò una rassegna - che definì ``una macchina per creare un terremoto continuo dell'anima`` - dedicata alla tragedia, coinvolgendo i maggiori artisti contemporanei; risposero all'appello il 65, tra cui Miquel Barcelò, Joseph Beuys, Tony Cragg, Keith Haring, Jannis Kounellis, Robert Mapplethorpe, Mario Merz, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto, Robert Rauschenberg, Julian Schnabel, Emilio Vedova, Andy Warhol.

La prima esposizione di Terrae Motus si svolse a Boston nel 1983, seguita da Villa Campolieto a Ercolano, per arrivare nel 1987 al Grand Palais di Parigi. Nel 1993 la collezione fu donata alla Reggia di Caserta, dove è stata allestita già a partire dall'anno seguente, con periodiche rotazioni.

Tra le più famose opere esposte, ci sono Fate Presto di Andy Warhol, Senza Titolo di Keith Haring, West-Go Ho (Glut) di Robert Rauschenberg, Terremoto in Palazzo di Joseph Beuys, L'altra figura di Giulio Paolini.