in primo piano

Orari di visita Festività Pasquali

A Pasqua la Reggia sarà aperta con i consueti orari (Appartamenti storici 8,30-19 e Parco 8,30-17)......

Leggi tutto...
 
LAVORI INGRESSO DI SERVIZIO VIA GASPARRI

Lunedi 23 febbraio inizieranno i lavori per la sistemazione dell'ingresso alla Reggia da via Gasparri, che interesseranno anche l’area circostante le Reali Cavallerizze......

 

Leggi tutto...
 
avviso pubblico sponsorizzazioni

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI PROPOSTE DI SPONSORIZAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLE DIVISE DEL PERSONALE DI VIGILANZA DELLA REGGIA DI CASERTA

scarica il documento pdf

statistiche dal 10/2/2015

Utenti connessi
Tot. visite contenuti : 2140414

Acquedotto Carolino

PDF Stampa E-mail

alt alt

 

L’acquedotto, denominato Carolino in onore del re, grandiosa opera di ingegneria idraulica, costituisce sicuramente una delle più importanti opere pubbliche realizzate dai Borbone; “emula degli antichi romani i quali con stupendi lavori, in luoghi diversi, a loro gradimento, portarono l’acqua” ( P. Colletta).
Originato dalla esigenza di approvvigionare la grande città che sarebbe sorta intorno alla reggia e al fine di potenziare l’alimentazione idrica della città di Napoli esso doveva servire anche al rifornimento idrico delle reali delizie ed all’alimentazione delle fontane e dei giochi d’acqua in esse presenti.
A partire dal 1752, nel “ tenimento” di Airola (BN), alle falde del Taburno, a 254 metri sul livello del mare, furono individuate numerose sorgenti, tutte appartenenti al principe della Riccia, che ne fece dono al re. Acquisito il benestare del sovrano si passò alla fase operativa dividendo il lavoro in tre tronchi: dal Fizzo al monte Ciesco; da quest’ultimo al monte Garzano ; dal Garzano alla reggia. Il condotto, largo metri 1.20 , alto 1.30 e lungo 38 chilometri, è quasi interamente interrato , tranne le parti che passano sui ponti, ed è segnalato da 67 torrini, caratteristiche costruzioni a pianta quadrata e copertura piramidale, destinate a sfiatatoi e ad accessi per l’ispezione. I lavori iniziarono nel 1753, nei primi due tronchi, più tardi nel terzo e furono completati nel 1770 con una spesa complessiva di 622.424 ducati (A. Sancio 1826).

alt

CLICCA PER INGRANDIRE

 

 

acquedotto carolino

Foto aerea Ponti della Valle

 

acqudotto carolino

L. VanvitelliI. I ponti della Valle dalla Dichiarazione dei disegni. Napoli 1756

 

acquedotto carolino

Caserta - Acquedotto Carolino dalle sorgenti del Fizzo alla Reggia di Caserta in F. Patturelli, Caserta e San Leucio, Napoli 1826 Tav (Caserta e contorni)

 

 

 

 
free pokerfree poker