in primo piano

Mostra "La magia degli anni ottanta"

Terrae Motus

Omaggio a Lucio Amelio “La magia degli anni ottanta”

Reggia di Caserta 19 dicembre

Venerdì 19 Dicembre alle ore 18, in occasione del ventennale della morte di Lucio Amelio, verrà esposta eccezionalmente l’opera della collezione Terrae Motus di Gerard Garouste. 

Leggi tutto...

Percorso A - Appartamento Storico e Pinacoteca

PDF Stampa E-mail

Il Museo della Reggia di Caserta è il risultato di una serie di allestimenti che iniziano nei primi decenni del Novecento, e precisamente nel 1919, quando il Reale Palazzo viene dismesso dal patrimonio della Corona di Casa Reale Savoia e diviene parte del patrimonio dello Stato d’Italia. È a partire da questo momento che inizia la storia degli Appartamenti Storici, quali oggi sono visitabili, poiché la Reggia cessa di essere “Casa del Re” e diviene un museo storico.
Il Museo occupa solamente la metà del cosiddetto Piano Nobile. Tutto il piano, destinato all’alloggio della famiglia reale, era stato suddiviso dal Vanvitelli in quattro parti, da cui deriva il termine “quarto”, usato per indicare tali spazi, ulteriormente definiti in base alla destinazione d’uso. Nell’ala sud-ovest del Palazzo era previsto l’Appartamento o “quarto” del Re, nell’attuale percorso di visita indicato come Appartamento dell'Ottocento.
Il “quarto” del Principe ereditario, nell’ala sud est del Palazzo - nel percorso di visita indicato come Appartamento del Settecento - fu in realtà l’unico ad essere abitato dai reali borbonici per più di mezzo secolo, non essendo terminata la costruzione del lato occidentale del piano nobile a seguito delle vicende storiche degli anni tra la fine Settecento e gli inizi Ottocento.

 

alt

 

 

 

 
free pokerfree poker