Gara distributori di bevande e generi di conforto

PDF Stampa E-mail

alt

Gara distributori di bevande e generi di conforto

FAQ:

FAQ n.1

Nell'offerta economica, ai sensi dell'art. 95 comma 10 dcl D. Igs 50/2016, l'operatore deve indicare i propri costi della manodopcra e gli oneri aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. le stazioni appaltanti, relativamente ai costi della manodopera, prima dell'aggiudicazione procedono a ·verificare il rispetto di quanto previsto all'articolo 97, comma 5, lettera d).

*****

FAQ n. 2
In riferimento alla gara di “Affidamento in concessione del servizio di distribuzione di bevande calde ed altri genere di conforto”, si dispone quanto segue.
Per la partecipazione alla gara si richiede il possesso della sola certificazione UNI EN ISO 9001.
Il possesso della ulteriore certificazione di qualità TQS VENDING è valutata nell’offerta tecnica con l’attribuzione di punti 9.
Pertanto, si rettificano
A)Il Disciplinare di gara nei seguenti articoli:
-Art. 6 rubricato “Condizioni di partecipazione”, punto n. 3, con il NUOVO testo: “Possesso di certificazione di qualità UNI EN ISO 9001”.
-Art. 12 rubricato “Comparazione delle offerte e criterio di aggiudicazione” punto 12 della valutazione offerta tecnica con il NUOVO testo: “Possesso di certificazione di qualità TQS VENDING – Punti 9;
B)L’Allegato n. 3 – Offerta tecnica, ultimo punto con il NUOVO testo “Possesso di certificazione TQS VENDING”.
C)Il Capitolato Speciale si rettificano i seguenti articoli:
Art. 6 rubricato “Condizioni di partecipazione”, punto n. 3, con il NUOVO testo: “Possesso di certificazione di qualità UNI EN ISO 9001”.
Art. 15 rubricato “Comparazione delle offerte e criterio di aggiudicazione” punto 12 della valutazione offerta tecnica con il NUOVO testo: “Possesso di certificazione di qualità TQS VENDING – Punti 9

Il Responsabile del Procedimento Dott. Ferdinando CRETA

*****

FAQ n. 3

Gara per affidamento in concessione del servizio di “Distribuzione automatica di bevande calde ed altri generi di conforto”. CIG: ZAA1FSF

In riferimento all’art. 6 del Disciplinare di gara e Capitolato speciale d’appalto rubricato “CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE” si chiarisce che:

al punto n. 5) “ Capacità tecnica” è richiesto l’elenco dei principali servizi eseguiti negli anni 2014, 2015, 2016 di cui almeno tre servizi di ristorazione mediante distributori automatici, prestati a favore di Enti pubblici o privati, in particolare con riferimento a Monumenti di interesse storico.

Si ribadisce che tra le condizione di partecipazione il requisito è aver prestato servizi nell’ultimo triennio a favore di Enti pubblici o privati e non requisito tecnico per l’attribuzione di punteggio.

In riferimento all’art. 12 del Disciplinare di gara si chiarisce che, per quanto riguarda la comparazione delle offerte, l’elemento di valutazione del “minor prezzo medio proposto su tutti i prodotti elencati al punto A”, è funzionale all’attribuzione del previsto punteggio in sede di verifica dell’offerta tecnica, senza incidere sulla valutazione dell’offerta economica che, come previsto dagli atti di gara, verte solo sul canone annuale.

Ulteriori prodotti indicati dagli operatori economici diversi da quelli richiesti nel punto “A” non sono da considerarsi nella determinazione del minor prezzo medio.

Il Responsabile Unico del Procedimento

Dott. Ferdinando CRETA

*****

FAQ n. 4

Domanda: In riferimento alla gara con codice CIG: ZAA1FSF203, per la procedura negoziata per l'affidamento in concessione del servizio di distribuzione di bevande calde ed altri generi di conforto, la presente per richiedere un chiarimento sulla chiusura dei plichi, ovvero se negli stessi va inserito: Il Disciplinare di gare, Capitolato speciale di gare e Schema contratto d'appalto, in caso affermativo in quale busta.

Risposta: nelle buste NON deve essere inserito il disciplinare, il capitolato speciale e lo schema di contratto. Si riporta di seguito l’art. 11 del Disciplinare di gara rubricato “Contenuto dei plichi”

 “Il plico sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura e riportante all’esterno l’indicazione dell’operatore concorrente e la dicitura di cui all’articolo precedente deve contenere:

a) Una busta recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale e, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale, la dicitura “Busta A – Documentazione amministrativa”. La “Busta A – Documentazione amministrativa” dovrà contenere gli allegati 1 (domanda di partecipazione) e 2 (dichiarazioni) compilati in ogni parte e la cauzione provvisoria

b) Una busta recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale e, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale, la dicitura “Busta B – Offerta tecnica” e dovrà contenere l’offerta tecnica compilata secondo il modello allegato 3 al presente Disciplinare.

c) Una busta recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale e, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale, la dicitura “Busta C – Offerta economica”. La busta dovrà contenere l’offerta economica, redatta utilizzando l’allegato 4 al presente Disciplinare.”

Il Responsabile del Procedimento

F.to Dott. Ferdinando Creta

*****

FAQ N. 5

Domanda: A pagina 7 del disciplinare di gara al (Punto “A”) si dice che “il punteggio massimo (punti 8) sarà attribuito rispettivamente alla ditta e/o alle ditte che avranno offerto il minor prezzo medio”.
Questo lascia intendere che punteggi proporzionali saranno riconosciuti alle aziende in virtù dei prezzi medi offerti.
Si richiede di indicare con quali modalità saranno parametrati e assegnati i punteggi a altre aziende che presenteranno offerte con prezzi medi più elevati,
Ringraziando anticipatamente, porgiamo cordiali saluti.

Risposta: La Commissione nella valutazione dell’offerta tecnica (Busta B)

attribuirà i punti per l’offerta tecnica fino ad un massimo di 60 su 100 utilizzando 12 elementi di valutazione come elencati nell’art. 12 del disciplinare di gara.

Al primo punto si legge: “Minor prezzo medio proposto su tutti i prodotti elencati nel punto “A” - punti 8”.

 Il punteggio di cui sopra sarà attribuito, rispettivamente, alla ditta e/o alle ditte che avranno offerto il minor prezzo medio sui prodotti specificati nel “Punto A”.

Pertanto l’attribuzione di punti 8 spettano unicamente all’operatore economico, che con il sistema della media, avrà tra tutti gli altri offerto il minor prezzo. Relativamente a questo primo elemento di valutazione, non verranno attribuiti punteggi ai successivi classificati.

Il Responsabile Unico del Procedimento - dott. Ferdinando CRETA

 

 

 

Attachments:
FileUploader
Download this file (avviso aggiudicazione provvisoria.pdf)avviso aggiudicazione provvisoria.pdfadmin
Download this file (FAQn1.pdf)FAQn1.pdfadmin
Download this file (FAQn2.pdf)FAQn2.pdfadmin
Download this file (FAQn3.pdf)FAQn3.pdfadmin
Download this file (FAQ_N_4.pdf)FAQ_N_4.pdfadmin
Download this file (FAQ_N_5.pdf)FAQ_N_5.pdfadmin
Download this file (GARA_ PUBBLICATA_distribuzione bevandepdf.pdf)bando - attiadmin
 
free pokerfree poker
Designed by Reggia di Caserta