Reggia di Caserta: i linguaggi del contemporaneo